X

Questo sito utilizza cookies tecnici, anche di terze parti. Per maggiori informazioni, e per disattivare i cookie, leggi le istruzioni alla pagina Cookie Policy dedicata. Chiudendo questo banner, continuando in qualsiasi modo la navigazione o scorrendo la pagina, acconsenti al loro utilizzo. ok

Loading...

Radiologia Diagnostica

Risonanza magnetica ad Alto Campo (1,5 Tesla), TC 64s a basso dosaggio di radiazioni, Mammografia, Ortopantomografia, Ecografia, Ecocardiografia, Ecocolordoppler.

Risonanza magnetica ad Alto Campo (1,5 Tesla)

La risonanza magnetica ad alto campo è uno degli strumenti d’analisi più utilizzati negli ultimi venti anni ed è una tecnica diagnostica che si evolve e migliora costantemente. Essa ci permette di ottenere immagini di alta qualità, anche tridimensionali, utili per la diagnosi di patologie di varia natura e anche di monitorare frequentemente le condizioni del paziente. E’ una moderna tecnica d’analisi che si basa su onde radio e campi magnetici e sostituisce altre tipologie di analisi che utilizzano l’esposizione a radiazioni le quali possono essere dannose per il corpo.

La risonanza magnetica ad alto campo è una nuova tipologia di risonanza che si basa su un campo magnetico statico; il cambiamento maggiore rispetto alle tecniche precedenti è caratterizzato dal mutamento delle modalità di studio.

Per eseguire l'esame il paziende dovrà per prima cosa togliere tutti gli oggetti metallici che possiede, le lenti a contatto, l’orologio e togliere ogni tipologia di cosmetico dal volto. Successivamente dovrà posizionarsi sul lettino e rimanere immobile per una ventina di minuti.

E’ un esame indolore, breve e al quale tutti possono essere sottoposti fatta eccezione i pazienti portatori di pace-maker, neurostimolatori, protesi con circuiti elettronici o placche metalliche interne dovute ad interventi precedenti.

La durata dell’esame non supera i 30 minuti.


Approfondimenti:

Risonanza Magnetica al cuore

Risonanza Magnetica della mammella

Colangio Risonanza Magnetica

TC 64 strati a basso dosaggio di radiazioni

La tomografia computerizzata, indicata con l'acronimo TC, è una tecnica radiodiagnostica, che sfrutta fasci di radiazioni ionizzanti (raggi X) che attraversando il corpo riproducono, con l'ausilio di un computer (computerizzata), immagini in sezione (tomografia) delle strutture corporee. 

E' conosciuta anche come tomografia assiale computerizzata o TAC ma l'aggettivo "assiale" è inappropriato perché obsoleto: le moderne apparecchiature effettuano delle scansioni secondo un piano assiale, ma le immagini ottenute possono essere ricostruite secondo qualsiasi piano. 

Dalle primissime e ardite applicazioni cliniche negli anni Settanta (il primo tomografo computerizzato consentiva esclusivamente lo studio delle strutture del cranio e fu installato all'Atkinson Morley Hospital di Londra nel 1971), può essere utilizzata in qualsiasi parte del corpo dal cranio al torace all'addome consentendo di studiare dettagliatamente e nello stesso momento scheletro, tessuti molli, parenchimi e vasi sanguigni. 

Grazie al vertiginoso progresso tecnologico, da pochi anni viene utilizzata nella diagnostica cardiologica per analizzare lo stato di salute del cuore e delle coronarie (TC Coronarica o Cardio-TC e Angio TC Tronchi Sovraortici).

Al PacC è utilizzata anche per effettuare l'esame di Colonscopia Virtuale 3D.


Approfondimenti:

TC Coronarica

Mammografia

È basata sull’uso di un generatore di raggi X, che vengono somministrati in bassissima dose per la durata di 0,05 sec., evitando alla paziente una esposizione non necessaria. Il posizionamento dei seni è facilitato dall’ergonomia dello strumento, che così contribuisce all’ottenimento di immagini radiologiche di qualità clinica elevata. Si tratta dell’esame di riferimento per la diagnosi del carcinoma della mammella; vengono eseguite normalmente due proiezioni per ogni mammella e l’esame non richiede preparazione.

Nella donna in menopausa l’esame può esser eseguito in qualunque momento, mentre nell’età fertile si chiede l’esecuzione durante la prima metà del ciclo (il seno è meno teso, quindi la compressione risulta meno dolorosa).
La durata dell’esame è di circa 10-15 minuti.

Tac Dentale Cone Beam

Aumenta la dotazione tecnologica al PacC-Poliambulatorio citta’ di Collecchio, dove dal 18 aprile è operativa nella Sezione di Radiologia una nuova e moderna apparecchiatura Tc che, con una bassissima dose radiante, permette di ottenere accurate immagini digitali di Radiologia  Dentale, Odontoiatrica, Maxillo-Facciale ed Otorino.

Gli esami vengono eseguiti da Personale Tecnico qualificato con esperienza specifica e refertati successivamente da Medici Radiologi. Si possono esguire, sempre con esposizioni a bassissime dosi di radiazioni, anche indagini sui condotti uditiviper tutte le problematiche di interesse superspecialistico quali patologie della rocca petrosa e della catena ossiculare dell’orecchio interno.

La strumentazione in oggetto consente di esguire la ricostruzione delle immagini sui tre piani dello spazio e quindi di ottenere una valutazione sia bi – che tridimensionale delle strutture anatomiche esaminate: questo diventa importante per qualsisi planning terapeutico di tipo chirurgico (Implantologia, Chirurgia Orale e Maxillofacciale in primis).

“la metodica è quanto di piu’ avanzato possiamo avere oggi”- spiega il Dr. Stefano Folzani Responsabile della Sezione di Radiologia del Poliambulatorio – nel campo della diagnostica settoriale dedicata, per ottenere la massima affidabilita’ in rapporto all’erogazione di una dose minima di radiazioni. Per questo l’apparecchiatura è utilizzabile anche in Gnatologia Pediatrica e per valutazione di Telecranio ed ATM.

Ecografia

È basata sull’utilizzo di ultrasuoni tra 2 e 20 MHz, che provocano l’emissione di eco attraversando i vari tessuti; un gel sulla cute permette alle onde emesse dalla sonda di penetrare più o meno in profondità nel segmento anatomico in esame al variare delle frequenze. Dopo una serie di elaborazioni, lo strumento è in grado di restituire un’immagine radiologica. Si eseguono ecografie dei vari segmenti: tiroidea, mammaria, addominale, prostatica, renale, osteo-articolare, muscolo-tendinea, dei grossi vasi.

La durata dell’esame non supera in genere i 20 minuti.

Ecocardiografia

Si tratta di tecnica non invasiva, basata sull’emissione di ultrasuoni tra 2 e 10 MHz, che permette di vedere forma, dimensione e movimento delle strutture cardiache.

È essenziale nel percorso diagnostico del Paziente cardiopatico e nella valutazione clinica in terapia, post-intervento ed in genere nel tempo.

È possibile eseguire pure ecocardiografia da sforzo ed ecocardiografia perinatale.

Ecocolordoppler


È pure essa basata sull’uso degli ultrasuoni e permette di studiare vasi sanguigni e flusso ematico arterioso e venoso.

Si eseguono ecografie color-doppler dei tronchi sovraortici, dei vasi addominali, peniene, venose degli arti inferiori, arteriose degli arti superiori ed inferiori.

Poliambulatorio città di Collecchio

Il Poliambulatorio è stato per oltre un decennio sede del CUP ed ha rappresentato dunque il naturale riferimento per le persone bisognose di visite ed esami strumentali; è situato nel centro di Collecchio ed è comodamente accessibile sia a piedi che in auto.

 

Top